Giuseppe Zanotti, Interno con spiraglio e speranza

Giuseppe Zanotti, Interno con spiraglio e speranza

letture autocritica scritture critica commenti Poesia
banner uomo addormentato Ultima modifica: 21-01-2014

> Home > Poesie Sparse

Interno con spiraglio e speranza
La mia selva di tavoli,
gambe di tavoli, di sedie,
lampade fioche, braccia di lampade piegate,
ombre di colli di uccelli, di lampade a stelo,
di vegetazione per ufficio
all'ombra tenace, carta, cartaccia,
penombra fuori orario, io e io.
Dove si va di qui? Quale scuotimento
dell'albero si chiede all'uomo immobile
perchè gli uccelli saltino
e stridano al miracolo del suo
clamoroso coraggio?
Scrivo, ti scrivo,
mi scrivo, mi consumo
mi riempio e sempre qui mi spreco
a un altro tuo sorriso,
in posizione flessa, tra le arance.